Sak Be : Una campagna contro l’omofobia

eventi & iniziative

E’ di pochi giorni fa la notizia della condanna a morte, in Iran, di quattro ragazzi. Capo d’imputazione confermato nel decreto di morte, l’omosessualità. Si è loro strozzata la voce in gola, si è fermato il respiro, in un rantolo, così come è stato messo a tacere un amore.

Non è trascorso poi tanto tempo, da quanto i mezzi d’informazione ci hanno riferito di tragici pestaggi, talvolta mortali,  subiti da ragazzi omosessuali.

Sono, queste, storie nuove e vecchie: dico nuove, perché con costanza tendono a ripetersi; vecchie, perché l’omofobia ha suscitato lo “scandalo” , ha portato con se un vergognoso silenzio, è stata spesso punita, anche in passato.

Sono storie spesso inascoltate, perché ci muoviamo, oggi, in un contesto in cui il nostro ordinamento non riconosce un diritto che non necessita di codificazione, quello ad amare, ma che tuttavia trova collocazione nelle Carte di diritti sovranazionali vincolanti anche per il nostro Paese, prima fra tutte la Carta dei diritti dell’unione europea. Viviamo in una realtà in cui le risposte del legislatore tardano ad arrivare, in cui si ha un’ingiustificata difficoltà ad introdurre nel codice penale l’aggravante dell’omofobia.

Questo ingiustificato odio condanna alla gogna l’amore. Lo costringe nella paura ingiusta di poter tenersi per mano, di poter dare un bacio. Inibisce anche l’esistenza del singolo al di fuori del rapporto con la persona amata.

L’omofobia, così come la transfobia, è assenza totale di cultura.

Per riempire questo vuoto talmente grave da condannare ad “ergastoli” d’incomprensione e soprusi, per combattere un male moderno, quello dell’intolleranza generatrice di odio e violenza, la Sak Be, nella giornata internazionale contro l’omofobia, ricorda come l’amore, che è tale e non ha generi, è anche arte. Che l’amore è fonte di arte. E l’arte merita amore.

Una campagna di affissioni che ricordi l’amore dei più grandi artisti di tutti i tempi. Grandi quanto la loro arte, grandi quanto il loro amore. Un’iniziativa che celebra questa giornata dal significato profondo e da una speranza ancor più grande: quella di veder spazzata via l’intolleranza tramite uno sguardo più attento e sensibile da rivolgere alla persona.

Sara Marino Merlo

Be Sociable, Share!



Comments are closed.

Torna su







Sak Be Associazione - P.IVA 02999190834